Brand nel metaverso: creare una community in Horizon Worlds

Brand nel metaverso: creare una community in Horizon Worlds

Da quando Facebook ha annunciato di voler scommettere tutto sul metaverso, continuano ad alternarsi notizie riguardo a brand pronti a lanciare il loro mondo virtuale. I più noti sono gli esempi che arrivano dalle aziende fashion industry come Louis Vuitton, Balenciaga, Gucci, Vans, Nike.

Visto l'impatto economico che, si stima, genererà questa tecnologia nei prossimi anni, non è difficile capire il motivo. Secondo lo studio condotto da IIDEA, l' Italian Interactive Digital Entertainment Association, solo in Italia 15.5 milioni di persone, ovvero il 35% della popolazione del paese compresa tra i 6 e i 64 anni, hanno trascorso parte del loro tempo libero in un mondo virtuale, sicuramente un mercato da non sottovalutare per chi si occupa di marketing. Un po’ come accadeva qualche anno fa con le prime pagine Facebook aziendali, nel metaverso oggi le aziende hanno la possibilità di raggiungere un nuovo target, le communities virtuali, accrescendo così la brand awareness, la fidelizzazione e i contenuti generati dagli utenti.

Si tratta di un’opportunità che i brand vogliono cogliere, anche se, molto spesso, faticano a capire come muovere il primo passo. Come abbiamo scritto in questo articolo, il metaverso non cambia le leggi del marketing e, prima di approcciare questa nuova tecnologia, è fondamentale condurre uno studio e un’analisi utili a sviluppare una strategia dedicata.

A seconda degli obiettivi, esistono infatti già oggi mondi tridimensionali che i brand possono sfruttare per iniziare a costruire la loro presenza nel metaverso e una community dedicata: tra questi Roblox, Decentraland, Sandbox.

Tra tutti però quello che ultimamente sta facendo più parlare di sé è Horizon Worlds, il metaverso di Facebook che ha dato via a tutto quest’hype. Presentato durante l’Oculus Connect 6, Facebook Horizon è un vero e proprio “social VR world”, nel quale le persone possono incontrarsi, giocare e socializzare, ma non solo, possono contribuire alla sua espansione e sviluppo attraverso la costruzione di mini-mondi interni.

 

s3-news-tmp-10557-horizon--default--1280

 

Come funziona Horizon Worlds

Horizon Worlds è un’applicazione di realtà virtuale, pertanto necessita di un visore per poter funzionare, nello specifico di un Oculus Quest 2 o un Oculus Rift che, guarda caso, sono di proprietà della stessa casa madre di Horizon, Meta. Per ora disponibile in Stati Uniti, Canada e in via sperimentale in UK, Horizon Worlds permette agli utenti d’incontrarsi tramite avatar, di giocare, interagire e partecipare all’evoluzione e costruzione dell’ambiente di gioco. In Horizon Worlds, creators ed utenti VR possono collaborare e partecipare ad esperienze ed eventi condivisi, nonché entrare a far parte di una comunità virtuale in crescita.

 

Horizon Worlds per i brand

Le opportunità per i brand all’interno di Horizon sono evidenti. La community del social VR, rilasciato in beta a dicembre 2021, conta oggi più di 300.000 utenti, con una crescita mensile attestata intorno al 10x. Per questo aziende come BMW, Fender Musical Instruments Corporation e Wendy, in collaborazione con il team di Meta, hanno già lanciato i loro mondi di brand all’interno di Horizon, presentandoli all’ultimo festival di Cannes.

6a00d8341bf74053ef02942fa1fd5a200c-800wi

 

MINIVerse: sfidare gli amici a bordo di una MINI

MINI è il primo marchio automobilistico ad aver collaborato con il Creative Shop di Meta nella creazione di un mondo di brand all’interno di Horizon Worlds. Il MINIVerse di BMW è una sorta di gara Go-Kart alla quale gli utenti possono accedere per sfidarsi su una pista virtuale alla guida di una MINI, con la possibilità di personalizzare il loro mezzo sbloccando man mano nuove funzionalità: possono cambiare i colori, le strisce sul cofano, indossare nuove tute da corsa, sbloccare modelli d’auto esclusivi. La missione? Sfidare gli amici e scalare la classifica.

“Il marchio MINI è incentrato sul divertimento e si è sempre distinto nel modo in cui lo rende possibile in modi non convenzionali” ha dichiarato Rah Mahtani, Brand Communications Manager di MINI USA.

 

 

Fender Stratoverse: comporre musica insieme alla community

All’interno di Horizon Fender Musical Instruments Corporation, lo storico marchio americano di strumenti musicali, ha creato la Fender Stratoverse: un'isola a forma di chitarra Stratocaster circondata da isole galleggianti, amplificatori per chitarra Fender giganti e pianeti che fluttuano in alto nella stratosfera. In Fender Stratosphere i giocatori vestono i panni di musicisti per intraprendere, tutti insieme, una caccia al tesoro virtuale con l’obiettivo d’individuare gli accordi sparsi per il mondo, rappresentati da plettri Fender dai colori scintillanti, e riunirli per creare combinazioni musicali.

Una volta che un plettro viene individuato e sbloccato, diventa disponibile a chiunque sull’isola, che può posizionarlo in uno dei 18 punti del Riff Maker, in questo modo ogni visitatore può aggiungere un accordo al Riff creato dalla community. I musicisti possono spostare il plettro all'interno del Riff, con la possibilità di duplicarlo o modificarlo cambiandolo da un accordo maggiore a uno minore o rendendolo diesis o bemolle.

 “Come brand ci impegniamo a consentire tutte le forme di espressione musicale e siamo entusiasti del potenziale che questa tecnologia ha per consentire ai fan e ai creatori di Fender d'incontrarsi, suonare e creare oltre i confini, le culture e da qualsiasi distanza" - ha dichiarato Evan Jones, CMO di Fender - "La collaborazione e la sperimentazione sono ingredienti essenziali nel mondo della musica e non vediamo l'ora di vedere cosa possono fare i creatori con il potenziale illimitato del Metaverso e con la nostra prima esperienza Fender Stratoverse".

 

 

HubSpot Video

 

 

Wendyverse: il ristorante virtuale di Wendy’s

Anche Wendy's, la nota catena di fast food statunitense, ha lanciato il proprio mondo virtuale, chiamandolo Wendyverse. All’interno del Wendyverse l’utente può esplorare un ristorante virtuale di Wendy’s servendo cibo, da dietro un bancone, agli avatar affamati, può giocare a una serie di giochi brandizzati interattivi o tirare a canestro, utilizzando come palla un ‘Baconator’, il sandwich-icona di Wendy’s.

“Wendy's ha creato nel corso degli anni una community online che continua a crescere grazie alla possibilità di incontrarsi in spazi e posti nuovi. I nostri fan sono da sempre appassionati del digitale e ci seguono nelle diverse piattaforme, quindi l'invito a trovarci nel Wendyverse non li ha colti di sorpresa. Un brand deve essere coerente all'interno e all'esterno del metaverso, altrimenti non funziona”, ha dichiarato Carl Loredo, Chief Marketing Officer dell'azienda.

 

 

Diciamo che, mentre sempre più aziende pensano a come si presenteranno in questi nuovi spazi immersivi, MINIverse, Fender Stratoverse e Wendyverse sono ottimi esempi di come i brand possono collaborare con i creator per riunire una community e promuovere il valore per il marchio.

 

Come iniziare a creare un mondo di brand in Horizon Worlds

Se vuoi iniziare a preparare la presenza del tuo brand in Horizon, il primo consiglio che ci sentiamo di darti è di evitare di cavalcare l'onda del momento se non hai un vero motivo per farlo. Segui gli step descritti qui e se nella tua strategia hai individuato in Horizon Worlds e nella sua community un potenziale canale d'accesso al metaverso affidati ad uno studio di esperti che possa guidarti in questo percorso. Ricorda che il metaverso è tale grazie alla community: è un social content e sono le persone a viverlo e gestirne l’andamento. Per quanto il brand possa studiare e impostare il proprio mondo virtuale secondo la sua visione ed obiettivi è importante lasciare alla community la libertà di esprimere la sua creatività per dar vita all’esperienza di brand che più incontra le sue esigenze. È questa la grande evoluzione portata avanti dal web 3.0: sono gli utenti al centro e sono loro a creare, e scegliere la loro esperienza. Affidati a qualcuno che conosca i loro linguaggi e ti aiuti a plasmare i mondi virtuali secondo i tuoi obiettivi. 

Può essere difficile trovare il giusto equilibrio tra obiettivi del brand e interessi dei consumatori. Ogni touchpoint del brand deve mettere al centro il consumatore migliorando la sua esperienza, anziché distrarlo dalla stessa. Nel metaverso, non basta semplicemente applicare un logo a qualcosa e pensare di aver finito. Occorre offrire ai consumatori un'opportunità per interagire in modo immersivo con il brand, per spingerli a tornare.

 Le possibilità sono diverse: all’interno dei loro mondi virtuali i brand possono creare giochi, eventi, vendere oggetti digitali (i cosidetti NFT), fare demo di prodotto, product placement, advertising e cross selling con il mondo offline. La differenza, come sempre, la fa la strategia, la conoscenza del linguaggio e dello strumento.

Per un confronto o una consulenza sul metaverso e i suoi strumenti, contattaci qui.

 

New call-to-action

 

 

 

 

Pubblicato il 28 luglio 2022