VR ed esperienze formative: casi, benefici e costi

VR ed esperienze formative: casi, benefici e costi

Dalla preparazione del personale appena assunto fino all'aggiornamento professionale, realtà virtuale e formazione vanno a braccetto. Le esperienze in VR sono oggi utilizzate per trasferire competenze tecniche e procedurali tanto quanto per “allenare” le soft skill e creare unità d'intenti fra brand e staff. I casi di successo non mancano e i vantaggi in termini economici nel lungo periodo sono da tenere in seria considerazione.

 

VR e formazione nelle grandi aziende e nella PMI

Nel corso dell'ultimo decennio è cresciuto costantemente il numero di aziende e grandi gruppi come Hilton, Walmart e Ford che hanno scelto di affidarsi alla VR per la formazione dei loro dipendenti. Emblematico è il caso di DHL che ha investito nella realizzazione di una piattaforma VR pensata per istruire il proprio staff sui metodi corretti di carico, scarico e stoccaggio dei colli. L'obiettivo era ottimizzare i trasporti e razionalizzare lo spazio del magazzino. Grazie al coinvolgimento garantito dalla realtà virtuale, i dipendenti hanno appreso meglio e più velocemente le corrette procedure. Il raggiungimento degli obiettivi formativi ha portato a un risparmio dei costi e delle risorse (umane e di capitale) così come a un abbattimento delle emissioni.

 

Non solo formazione industriale ma anche formazione medica. MetChannel VR è il nostro progetto per Olympus Italia che permette di simulare un’operazione in completa sicurezza. Indossando il visore, allievi, infermieri e strumentisti possono imparare le procedure d'intervento e correggere gli errori senza operare su tessuti biologici – risorsa scarsa e costosa. Un altro esempio, alcune aziende di servizi come Farmers Insurance hanno sensibilizzato i propri dipendenti verso comportamenti empatici da tenere con i clienti. Leader nel settore dei sistemi di sicurezza per l'automotive, Aptive ha sfruttato la VR per ridurre i tempi di formazione del singolo dipendente da 2 giorni a 4 ore.

 

New call-to-action

 

I vantaggi della realtà virtuale nella formazione aziendale

Di fronte a questi casi più o meno noti vale la pena chiarire i vantaggi della formazione in VR. Come mai, in certe circostanze, è preferibile rispetto alla formazione tradizionale? Un primo aspetto da tenere in seria considerazione è l'efficacia dei metodi didattici basati sul principio di “learning by doing”. Nello studio di PwC “The Effectiveness of Virtual Reality Soft Skills Training in the Enterprise”, viene mostrato che i dipendenti formati con la realtà virtuale sono 3,75 volte più coinvolti rispetto a chi ha seguito le lezioni in aula e 2,3 volte in più rispetto agli e-learners. La simulazione realistica delle attività stimola, quindi, l'apprendimento.

 

Un secondo vantaggio da prendere in considerazione è la possibilità di ripetere le procedure e l'intero processo formativo un numero infinito di volte. L'esperienza può essere riprodotta senza limiti. Ciò consente di proporla su larga scala sia nel tempo che nello spazio, cioè sia per ovviare all'esigenze di apprendimento dei nuovi dipendenti che per uniformare le procedure a livello globale. Insomma, è come poter disporre di un unico ed eccellente formatore ogni volta che si vuole. Non meno importante è l'abbattimento dei rischi. Nella dimensione virtuale non c'è pericolo di incidenti dovuti all'inesperienza.

Guarda il video dedicato alla formazione in VR.

 

Quanto costa un'esperienza formativa in VR

I vantaggi descritti nei paragrafi precedenti si traducono, nel maggior numero di circostanze, in un saldo costi/benefici eccellente rispetto a quello ottenibile con tecniche formative tradizionali. Tuttavia, occorre essere chiari su un punto: la spesa iniziale non è delle più accessibili e varia in modo considerevole a seconda della complessità del progetto. Le variabili che incidono di più sul costo sono la durata dell'esperienza, il tipo e la quantità di azioni che devono essere svolte durante la sessione formativa. Il prezzo può, quindi, oscillare tra i 15.000 ai 60.000 euro. Attenzione però! Questa somma deve essere spalmata nel tempo.

 

Come accennato, le esperienze in VR sono ripetibili un numero infinito di volte. Questo significa che non sarà necessario affrontare la spesa ogni volta che sorge l'esigenza di formare un nuovo gruppo di lavoro, anche in diverse parti del mondo. Questa condizione garantisce un ammortamento eccellente dell'investimento. Allo stesso tempo, l'efficacia nell'apprendimento rispetto ai percorsi di e-learning è una garanzia di crescita immediata della produttività e di riduzione delle tempistiche di apprendimento. In altre parole, quel che spendi per la VR viene livellato da un'ottimizzazione rapida dei processi di lavoro.

 

Vuoi capire se la realtà virtuale può portare valore alla tua azienda? RICHIEDI UNA CONSULENZA GRATUITA

Pubblicato il 4 luglio 2022